Visita il nostro nuovo sito www.gioiellinpietredure.com    CLICCA QUI!!!

Le Isole Eolie - geologia

Le Isole Eolie sono isole vulcaniche del Tirreno meridionale. Dal punto di vista tettonico, l'arcipelago Eoliano, deriva dall'affossamento del Tirreno nel Pliocene, evento corrispondente alla fase finale dell'orogenesi appenninica lungo il suo margine interno. Successivamente il magma sito in profondità è emerso dalle varie fessure, dando origine al vulcanesimo eoliano. Esse sono pertanto la parte emersa di un vasto basamento vulcanico sottomarino che si estende per circa 200 km, costituendo una tipica struttura ad arco. Alle sette isole affioranti, tutte di origine vulcanica, occorre aggiungere altri sei "seamounts" o rilievi vulcanici sottomarini, che non arrivano in superficie.
In passato si pensava che il vulcanismo delle Isole Eolie, che poggiano sul fondo del mare Tirreno, ad una profondità che varia dai 1000 a 3000 metri, fosse incominciato nel Miocene o nel Pliocene inferiore. Solo recentemente, dopo vari studi sulle terrazze marine originate da movimenti eustatici del Mediterraneo, si è potuto stabilire che è di età più recente, probabilmente inferiore a un milione di anni, e cioè al Pleistocene.
Secondo tali studi, si ritiene che le isole di Panarea, Filicudi e Alicudi e una parte degli apparati di Salina e Lipari, si sono formate nel primo stadio di attività e che solo successivamente, cioè , nel Pleistocene superiore, si ebbe il completamento di Lipari e Salina e la formazione di Vulcano e Stromboli.
L'ultima eruzione registrata a Lipari risulta in età medievale, circa 1.400 anni fa, durante la quale ebbe origine Monte Pilato, sito a nord-est dell'isola, con enormi depositi di pomici e con l'emissione di una notevole colata lavica interamente composta da nerissima ossidiana nelle Rocche Rosse.
Pertanto il vulcano Lipari si può considerare ancora attivo, anche se in fase quiescente, ed interessato da due principali fasi di attività vulcanica nella storia evolutiva dell'isola:
- alla prima fase si fa risalire la formazione di Monte S. Angelo, composto prevalentemente da lave di tipo andesistico, e che arriva a 590 m circa di altezza.
- alla seconda fase si attribuisce la formazione di vulcani esplosivi a sud ed a nord dell'isola. Vanno inoltre considerati vulcani attivi Stromboli, la cui attività consiste in esplosioni quasi continue a bassissima energia, con lancio di scorie magmatiche, o "bombe", da una delle bocche eruttive che si trovano all'interno del cratere, e Vulcano, la cui ultima eruzione avuto luogo circa un secolo fa (1894).
Dall'anno 2000, le Isole Eolie sono state inserite nella lista del Patrimonio Mondiale (World Heritage) dell'UNESCO, poiché la morfologia delle isole Eolie rappresenta un modello storico nell'evoluzione degli studi della vulcanologia mondiale.

 

Foto rispettivamente di www.rondinara.net

                 e www.viaggi-mediterraneo.com

 

verified by VISA MASTERCARD SecureCodes Paypal bonifico bancario contrassegno
A PUTIA DU SOUVENIR U SEGRETU DI FAMULARO GRAZIA
Corso Vittorio Emanuele, 80 - 98055 - Lipari (ME) C.F: FMLGRZ52A68E606N - P.IVA: 00175830835