Vulcano - L'isola

Vulcano si trova a sud dell' Isola di Lipari da cui è separata dal Canale di Vulcano. Dal punto di Vista geologico-vulcanologico, Vulcano è una delle isole più recenti dell'arcipelago Eoliano, insieme a Stromboli che si è formata ancora più tardi.
L'isola di Vulcano è composta da tre apparati vulcanici: : a nord vi è Vulcanello (123 metri) con i suoi tre crateri allineati in direzione Nord-Est/Sud-Ovest. Vulcanello si è formato a seguito di un'eruzione del II secolo a.C. e collegato all'isola da una stretta lingua di terreno costituita da detriti di varie colate laviche che viene sommerso dal mare, se in condizioni meteorologiche particolarmente avverse; al centro vi è il Gran Cratere o Cono Vulcanico (385 metri) ancora attivo costituito da due crateri, la Fossa I e, 400 metri a Sud-Ovest dal primo, l’attuale cratere Fossa II; ha dato luogo ad eruzioni, caratterizzate da attivita' prevalentemente esplosiva e da numerose colate di lava, una delle quali, la famosa colata di ossidiana di Pietre Cotte, si espande in prossimità di due crateri avventizi di Forgia Vecchia superiore ed inferiore. a sud si trovano il monte Aria (499 metri) ormai inattivo, che rappresenta la cima più alta di Vulcano, monte Saraceno (481 m), monte Luccia (n 188 m) e Vulcano Piano (330m);
Nella seconda meta' del IV secolo a.C. sembra che vulcano abbia dato luogo ad un’intensa attivita' esplosiva e, nei secoli successivi, numerose sono state le eruzioni di cui si ha notizia e che vanno dal 1444 al 1890.
Durante l’ultima fase eruttiva vi fu un’ emissione di materiale antico e lancio di proietti che vennero denominati bombe a “crosta di pane”. Da tale epoca Vulcano e' rimasto in fase fumarolica limitata al cono della Fossa e all’interno del suo cratere. Dalle fumarole, nel decennio che va dal 1913 al 1923, fuoriuscirono quattro importanti emissioni di zolfo liquido. Anche nei tre crateri di Vulcanello, fino al secolo scorso, si manifesto' un’attività solfatarica, oggi però completamente estinta.
Nella zona fumarolica del Porto di Levante, in alcuni tratti il terreno e' ricoperto da uno strato silico-gessoso fratturato da sottili spiragli, dai quali i gas escono sibilando, lanciando in alto fango.
L’altopiano di Vulcano è il più vasto delle Eolie, è formato da lave, banchi di tufi, depositi quaternari e solcato da profondi valloni ed è circondato da colline che degradano verso il mare.
L'isola è inoltre ricca di sorgenti termali, molte anche sottomarine e di vigneti.

verified by VISA MASTERCARD SecureCodes Paypal bonifico bancario contrassegno
A PUTIA DU SOUVENIR U SEGRETU DI FAMULARO GRAZIA
Corso Vittorio Emanuele, 80 - 98055 - Lipari (ME) C.F: FMLGRZ52A68E606N - P.IVA: 00175830835