Visita il nostro nuovo sito www.gioiellinpietredure.com    CLICCA QUI!!!

Stromboli - La scalata al cratere

Stromboli, vista la sua continua attività vulcanica, è monitorato 24 ore su 24. La scalata per raggiungere la vetta di questo vulcano offre, a coloro che la intraprendono, un incomparabile spettacolo naturale, con paesaggi indimenticabili e particolarmente coinvolgenti ed emozionanti: è la natura primordiale quella che appare dinanzi agli occhi degli scalatori.
E‘ obbligatorio, per effettuare la scalata fino alla cima del vulcano, contattare una delle guide vulcanologiche che vi sono sull'isola.
L'ascesa al vulcano si compie in circa 5 ore (di cui circa 2 per la discesa).
Il percorso comincia già all'arrivo al porto a S. Vincenzo. Procedendo verso il centro abitato, arrivati a Punta Frontone, la strada presenta un moderno sel­ciato in pietra fino a Ficogrande da dove si imbocca una mulattiera, che inizialmente appare lastricata di pietra lavica per poi diventare sterrata.
In circa 30 minuti si arriva a Punta La bronzo - l'osservatorio -(c.ca 300 m s.l.m.). Da qui comincia la vera ascesa verso la vetta. Il percorso che si seguirà è immerso nella rigogliosa vegetazione isolana e prevede vari tornanti, dopo i quali si arriva su un pulpito che offre una spettacolare vista sulla Sciara del Fuoco, suggestiva parete ripida che dal cratere arriva fino al mare inabissandosi, e dove termina la mulattiera. Si continua quindi su quella che si direbbe una vera e propria trincea: un sentiero piuttosto ripido e profondamente inciso nel terreno dall'erosione dell'acqua, da dove si continua la salita su un pendio di lava rossastra che richiede anche l'aiuto delle mani per continuare questa ulteriore salita (circa 700 m s.l.m.), al termine della quale, sulla sinistra, si può ammirare un magnifico paesaggio su Stromboli e su Strombolicchio. Continuando a salire su un terreno che si presenta sabbioso e piuttosto ripido, si arriva ad un punto di osservazione, che precede quello finale, dove ci si può sistemare nelle prime postazioni - dei bassi muretti di protezione sistemati a semicerchio - per ammirare l'attività vulcanica dei vari crateri. Infine, attraverso un ultimo tratto di salita, si arriva in cima: Pizzo o Sopra la Fossa - il punto massimo di osservazione, quello più prossimo alle bocche del vulcano - da dove si gode di uno spettacolo unico con un susseguirsi di esplosioni fragorose che proiettano in aria lapilli incandescenti e che, colorando di rosso il cielo ormai scuro, diventano protagoniste catturando totalmente l'attenzione dei propri ospiti.
Un cartello avverte che inoltrarsi lungo il cratere è molto pericoloso, anche sostare troppo a lungo non è consigliato visti i gas di ammoniaca e zolfo che vengono sprigionati dal cratere.
Per la discesa, dalla Portella si può scendere a NE, percorrendo la Rina Grande, bellissima sciara di sabbia e cenere. Raggiunta la vegetazione, si lascia la sciara a ds. e, proseguendo nella macchia, si giunge nei pressi del Faro di San Vincenzo (q. 195 m), dal quale si torna per il sentiero a San Bartolo.
E' possibile che il vulcano raggiunga un'attività eruttiva piuttosto importante.
In quei periodi è possibile una limitazione all'accesso ai crateri.
Per chi non volesse salire direttamente sul vulcano, con le numerosi spedizioni, che partono dal centro di Stromboli, si può recare con una camminata di circa 15 minuti a Punta la Bronzo dove si trova l'Osservatorio della Marina Militare e da dove si può assistere a tutti i fenomeni vulcanici dello Stromboli.

verified by VISA MASTERCARD SecureCodes Paypal bonifico bancario contrassegno
A PUTIA DU SOUVENIR U SEGRETU DI FAMULARO GRAZIA
Corso Vittorio Emanuele, 80 - 98055 - Lipari (ME) C.F: FMLGRZ52A68E606N - P.IVA: 00175830835